Caro Pasolini

Caro Pasolini, non potevi non essere “al mio Paese”.
Ci sei stato. Tu, più di tutti.
La tua ultima notte all’idroscalo di Ostia l’ho rivissuta nell’accidia.
Tra il colera a Napoli e il Concilio Vaticano II.
Perchè anche le sentenze senza colpevoli, la giustizia senza giustizia, gli anni gelidi come il silenzio sono accidia.
Accidia italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code